càlia

Glossario online
Alimenti

càlia (vendeva c. e simenza, ceci atturrati e semi di zucca salati) [semi abbrustoliti; “bancarelle di càlia e simenza – semi di melone e ceci abbrustoliti –” CC 50; “invitando il vicinato a mangiare un pugno di càlia” (L. Capuana, Notte di San Silvestro (Le paesane), in Racconti, Salerno Editrice, 1973, t. II, p. 60); “cavando dalla cassa grande di noce un pugno di ceci abbrustoliti, perché su la càlia si beve egregiamente” (L. Capuana, Comparatico (Le paesane), in Racconti, Salerno Editrice, 1973, t. II, p. 183)] CC 50; FA 72 (79);