culo

Glossario online

culo (Tu, di quello, parlandone con il dovuto rispetto e da vivo, sapevi quanti peli aveva nel culo; presa per il c.; c. e camicia; erano c. e c.; puliziare il c.; col c. pieno di pesci; un calcio al c.; prendersi per il c.; me la sono pigliata nel c.; c. nudo esposto alla vista; pezze al c.; c. a ponte; gli spacco il c.; c. malinconico; gliela aveva messa in c.; c. e cammisa; toccare il c.; pirsuna che non si fa pigliare per il c.; Mettitelo in c.; gli spacco il c.; lo mandò a fare in c.;  soffio al c.) [culo a ponte: col culo sollevato, proteso; “mettendosi a culo a ponte” S. D’Arrigo, Horcynus Orca, Milano, Mondadori, 1975, p. 647; “’Ndrjuzza va e lo trova già messo a culapponte” ivi, p. 1145; “Assumari comu a Turiddru Aiola cu culu chinu di trigliola. Venire a galla come fece Salvatore Aiola con il sedere pieno di trigliette” GM 28] CC 14, 23, 51, 60, 66, 137; FF 32, 39, 42, 68, 75, 91, 106; SD 64; SC 19, 40, 70, 71, 82, 94, 99, 102, 134, 146, 150; FA 43 (48), 47 (52), 49 (53), 52 (56), 98 (107), 131 (145), 146 (161); BP 21, 22, 46, 64, 73, 77, 81, 98, 104, 118, 151, 162, 182, 191, 197, 219, 220; CT 16, 21, 24, 27, 45, 51, 71, 126, 140, 141, 145, 159, 166, 189, 191, 240, 246; BFC 138.

Correlati: cùl; culu; cuu; didietro.