Caos

Glossario online
Toponimo

Caos (località C.; il posto dove nascerà Pirandello) [“La linea di confine tra i due comuni, lungo la litoranea, venne fissata all’altezza della foce di un fiume da tempo immemorabile essiccato che tagliava in due una contrada chiamata ora «’u Càvusu» ora «’u Càusu», fitta tanto d’alberi da parere un bosco. Ora, in dialetto siciliano, tanto càvusu quanto càusu significano la stessa cosa: pantaloni. E veramente un paio di pantaloni doveva parere quel pezzo d’altopiano taliàto da chi vi giungeva per via di mare, spaccato com’era in due proprio da quel greto asciutto, arido, pietroso che ci stava in mezzo. E dunque di questo Càvusu una metà apparteneva al nuovo Comune di Porto Empedocle e l’altra metà al Comune di Girgenti. Un bel giorno, a qualche impiegato dell’ufficio anagrafe, parse che non era cosa scrivere sul registro delle nascite che qualche figlio di viddrani era nato dentro a un paio di pantaloni e cangiò quel volgare «Càusu» in «Caos». E da allora quella contrada si chiama così: Caos” BFC 15-16. “il Caos «lu causu», dove tre secoli dopo nascerà Luigi Pirandello affiora dal mare, sale a coinvolgere i templi greci, la vecchia Girgenti alta sul colle. Oggi quel caos di natura e di rovine appare come schermato dal caos edilizio” L. Sciascia, La corda pazza, Einaudi, 1977 p. 209] SD 18, 47; BFC 16, 19, 129, 136, 145, 151, 156, 207;